ART.249 Timbri di tassazione
Francobollitematici.it     
Cookie Policy   Regola  
Home   Login   Registrazione   Categorie   Vendi   Cerca   Gestione   Collezioni   Articoli   Appuntamenti  
 Articoli 
La tessere filateliche
Gino Vergine - 31.03.2007

      La tessera filatelica ha la grandezza di una carta di credito, è ricoperta da un sottilissimo strato di plastica trasparente e, reca all'interno un francobollo. Ha un costo contenuto: il valore facciale del francobollo più Eur. 0,24 (prezzo attuale). L'idea di questo oggetto filatelico venne a Marisa Giannini, direttore della Divisione Filatelica di Poste Italiane, ed il primo esperimento di tessera filatelica fu fatta in occasione dell'emissione del francobollo dedicato a Padre Pio, nel 30° anniversario della morte, il 23-09-1988, di colore blu, con un costo di Eur. 0,59 (L. 800/0,41 il francobollo + Eur. 0,18 la tessera). La data esatta dell'uscita di questa tessera non si conosce, ma probabilmente fu emessa nel 1999, visto il costo in euro. Questa prima tessera non ebbe una distribuzione capillare presso gli sportelli filatelici nazionali, solo alcuni uffici postali l'ebbero in vendita, si poteva trovare nelle grosse manifestazioni filateliche, oppure ordinandola a Poste Italiane. Tra i collezionisti non ebbe enorme successo, anzi affermerei che fu quasi snobbata con totale indifferenza, però fu acquistata in enorme quantità dai frati della comunità di Padre Pio, i quali la inserirono nei loro souvenir a San Giovanni Rotondo. A Poste Italiane rimase comunque un grosso quantitativo di questa tessera, tant'è vero che nel 2002, in occasione della canonizzazione di Padre Pio, 16-06-2002, fu approntato un blister contenente due tessere, quella del 1998 di colore blu, e quella del 2002 di colore giallo.


      Il 1999 fu l'anno della prova generale, venne emessa una tessera per ogni francobollo, si cominciò a notarla presso alcuni uffici postali, negli sportelli filatelici, mi ricordo che completai l'annata '99, acquistando le ultime tessere al Milanofil, del 12 marzo 2000, ed in occasione della manifestazione podistica Stramilano 2000, dove per l'occasione venne distribuita una tessera particolare. Cominciarono ad esserci i primi commenti dei collezionisti, sui vari forum in internet, in verità la maggior parte in disaccordo con l'iniziativa di Poste Italiane, qualche sparuto articolo sui giornali senza esprimere nessuna opinione, annunci quasi doverosi per comunicare, sulle riviste filateliche. Tutte le critiche e la scarsa vendita delle tessere filateliche, portarono Poste Italiane ad interrompere la produzione di un oggetto, a mio avviso, allora non capito o non accettato: ufficialmente la motivazione fu per problemi legati al fornitore o alla fornitura. Non furono emesse altre tessere nei due anni successivi, le poste ripresero l'emissione nel 2002 aggiungendo oltre alle tessere legate all'emissione dei francobolli, anche le tessere delle manifestazioni filateliche nazionali ed estere, alle quali Poste Italiane partecipò.
     Nel 2004 il costo delle tessere filateliche passò da Eur. 0,18 a Eur. 0,24 + il valore facciale del francobollo. Inoltre, nel 2002 era possibile acquistare in blocco la collezione completa dell'anno 1999. Poste Italiane approntò numerosi blister a tema, contenete le tessere filateliche di un determinato argomento: donne nell'arte - alti valori - Padre Pio - scuole e istituti - ed altri, permettendo così anche ai non collezionisti di averne solo alcune, ed era comunque possibile acquistarle singolarmente. Dal 2002, ogni anno, prosegue l'uscita delle tessere legate all'emissione di ogni francobollo, ordinario e commemorativo, comprese manifestazioni filateliche nazionali ed estere.

      Nel novembre 2006, otto anni dopo l'uscita della prima tessera (se diamo per buona la data di emissione del francobollo Padre Pio 1998) è stato pubblicato il primo catalogo: CATALOGO TESSERE FILATELICHE 2007. Nei mesi successivi all'uscita del catalogo, cominciò a muoversi il mercato delle tessere filateliche, su internet anziché di qualche sparuta inserzione di vendita, se ne cominciò a vedere qualcuna in più ed i negozianti cominciarono ad avere qualche richiesta. All'ultimo Milanofil, 16/18 marzo, allo stand di Poste Italiane, ho visto tanti collezionisti comprare le tessere degli anni scorsi, quelle rimaste, perché Poste Italiane sull'onda dello scarso interesse dei collezionisti, ha tagliuzzato gran parte delle tessere filateliche 1999 - 2002 - 2003 - 2004. Sono state vendute in notevole quantità, in coppia, le tessere relative ai diciottenni.
     Il catalogo, ben fatto e correlato di ottime immagini fotografiche, presenta una lacuna, una dimenticanza, forse grave o forse no: manca la catalogazione della tessera n. 1, con la dicitura omaggio, scritta in verticale sul lato sinistro della tessera, e data, appunto in omaggio, a chi acquistava la raccolta completa 1999, al gazebo di Poste Italiane, in piazza del Duomo, in occasione della manifestazione Stramilano 2000, di fine marzo. La tiratura di questa tessera è di soli 300 pezzi e, a mio avviso, dovrebbe avere un valore economico/collezionistico elevato, gia adesso (sempre che si riesca a trovarla).
     Per concludere una considerazione: se questa collezione dovesse trovare l'interessamento globale dei collezionisti, si assisterebbe ad una lievitazione del prezzo di mercato, dell'annata completa 1999, della tessera Padre Pio 1998, della tessera con la dicitura omaggio del 1999, visto la scarsità dei pezzi a disposizione, e sempre che sia facile trovare un collezionista disposto a cederle.


 Articolo letto ... 12020 volte
Francobolli CEPT Affrancature Meccaniche Berlino FDC Sport


Il tuo indirizzo IP è 34.204.191.0       Webmaster      Ottimizzato IE10