Francobollitematici.it
Home   Login   Categorie   Vendi   Cerca   Gestione   Collezioni   Articoli  
  Home <<< Articoli

Il Segna Tassa N°1 frazionato

Fabio Bisogno - 02.09.2006

      In base ad un sistema seguito in tutto il mondo, l'importo della tassa dovuta dal destinatario di una corrispondenza, con affrancataura insufficiente, era indicata sul fronte della stessa con cifre manoscritte o con timbri. La riforma del regolamento postale del 1861 istituì un nuovo tipo francobollo da utilizzare per la tassazione delle corrispondenze con affrancatura insufficiente: il segnatasse. Il sistema fu mantenuto anche dalla nuova legge postale in vigore dal 1.1.1863, ma con un'eccezione: sulle lettere circolanti entro il distretto la tassa di 10c. (o multipli) doveva essere rappresentata dal nuovo segnatasse. Tali francobolli dovevano essere applicati dagli Uffici Postali prima che la corrispondenza venisse consegnata al destinatario. In caso di mancata consegna, di rifiuto, o di rispedizione in altra località, i segnatasse dovevano essere resi nulli con il timbro Annullato.
     Il primo segnatasse è stato emesso il 1 gennaio 1863 ed è il 10 centesimi, in colore giallo, con scritto SEGNA TASSA in un ovale e la cifra 10 c. al centro del disegno; stampato in litografia su carta bianca, senza filigrana e non dentellato. Gli esemplari nuovi con gomma sono molto rari, mentre quelli senza gomma sono di minor valore in quanto devono annoverarsi anche i valori che in realtà furono adoperati ma non annullati. Sono noti, inoltre, usi di questo segnatasse come francobollo ordinario, cioè non per il pagamento di una affrancatura insufficiente.


Segnatasse      Segnatasse      Segnatasse

      Adesso vorrei parlare di una corrispondenza che ha utilizzato il segnatasse n° 1. La corrispondenza è una comunicazione dell'Agenzia delle tasse di Fabriano al Sindaco di Fabriano in data 27 aprile 1877, affrancata con il segnatasse 10c. annullato con numerale 75 ed al retro l'annullo di arrivo Fabriano 28 aprile 1877.

Annullo di partenza Fabriano 27 aprile 1877.

fronte - Fabriano 27 aprile 1877

Annullo di arrivo Fabriano 28 aprile 1877.

retro - Fabriano 28 aprile 1877


      Guardando con attenzione il fronte della corrispondenza si nota che il segnatasse non è intero: è tagliato a metà, si tratta di un frazionato (!?).
Consultando i vari cataloghi in mio possesso ho notato che il segnatasse è noto solo intero ed annullato ha un discreto valore, ma nessuno accenna al frazionato e tanto meno al suo uso per posta. Per avvalorare la tesi che si tratti di un uso frazionato per posta, occorre dare un'interpretazione alla tariffa di 5 centesimi, invece di 10c.
     Questa è la mia spiegazione.
Frazionato lato destro      Il regolamento postale del 1861, per evitare frodi a danno delle Poste, disponeva che l' Autorità che godeva della franchigia postale dovesse imprimere il timbro dell'Ufficio con sotto la propria firma, sul lato inferiore sinistro della corrispondenza. La procedura è stata eseguita come si vede dall'immagine.
Dal 1874, però, entrò in vigore la legge di riforma sulla franchigia postale, costringendo le Autorità che ne godevano ad affrancare tutta la loro corrispondenza. L'agente delle Tasse, quindi, pagò la tariffa di 5 centesimi come lettera entro il distretto: tariffa assolta con l'utilizzo del segnatasse frazionato come francobollo ordinario.
Se la mia conclusione è esatta penso che sia l'unico pezzo noto ... fino ad ora.

Certificato fotografico

Il certificato

Franco Moscadelli - 23 ottobre 2007

Italia Regno 1863 - Segnatasse da 10 cent.mi ocra con il valore in ovale e diciture orizzontali. Stampa litografica, officina Matraire.
(Sass. n°1b - colore ocra arancio, Pantone int.le n°124= Y 93,2 - WR 6,2 - B 1,6).

    Piego di corrispondenza della Agenzia delle Entrate di Fabriano al Sindaco di Fabriano in data 27 aprile 1877, affrancato in tariffa da 5 cent.mi, entro il distretto, assolta con l'utilizzo di una metà verticale dx del segnatasse sopradescritto usato come francobollo ordinario e annullato con il numerale a punti "75" insieme al bollo a doppio cerchio in nero "Fabriano (Marche)".
Annullo di arrivo sul retro: 28 aprile 1877. Per regolamento postale dal 1869 il suddetto segnatasse doveva essere sempre annullato e dal 1874 la legge di riforma sulla franchigia postale, costrinse anche le autorità che ne godevano, ad affrancare la loro corrispondenza. Ho esaminato l'interessantissimo documento sopradescritto, di cui è qui unita una riproduzione fotografica. A mio parere il segnatasse frazionato è originale al pari degli annulli e si trova in buono stato di conservazione, l'unico a me noto sino ad oggi nel contesto di affrancatura ordinaria. Il documento è stato da me siglato F.M. per esteso, data la sua rarità e sottoposto anche ad indagine spettrografica, di cui le tre foto allegate sono parte integrante del presente certificato.

Varietà non ancora catalogata.

Ingrandimento
Certificato Spettrofotografico

     Il documento filatelico con impronta di Fabriano Marche e numerale a punti "75", sottoposto a indagine spettrofotografica infrarossa e ultravioletta, presenta un discreto assorbimento alla radiazione trattata, riferibile al pigmento dell'inchiostro in soluzione solfato-ferrosa in sospensione tannica di nerofumo. L'acidità del composto neutralizzata dai componenti della carta passa per ossidazione al complesso ferrico producendone il classico colore nero brunastro. Certamente l'impronta sopra descritta è originale al pari del bollo numerale a punti "75". Allegate alla presente le tre foto relative che sono parte integrante del certificato n°REG1121 del 23-10-2007.

Ingrandimento infrarosso Ingrandimento ultravioletto


 Articolo letto ... 3462 volte


Ottimizzato per IE10. Il tuo indirizzo IP è 3.237.71.23   Webmaster  Leggi il Regolamento e la Cookie Policy