Francobollitematici.it
Home   Login   Categorie   Vendi   Cerca   Gestione   Collezioni   Articoli  
Home <<< Filatelia Tematica <<<  Interi Postali Privati 

Interi Postali Pubblici

Fabio Bisogno 05.11.2022

Privati o Repiquage

      Può capitare di venire in possesso di qualche intero postale che presenta diciture e vignette non reperibili fra le emissioni ufficiali. Si tratta generalmente di repiquage. Il termine é ripreso dal francese, mentre gli americani li chiamano cacheted, con il quale si indica la stampa realizzata su un intero postale per iniziativa privata, dopo il normale acquisto negli uffici postali o nelle rivendite.
Bisogna precisare che le disposizioni postali italiane non hanno mai vietato ai privati di stampare intestazioni, testi ed illustrazioni purché non vadano a colpire l’area dell’impronta di affrancatura degli interi, limitandosi a vietare la vendita soltanto da parte degli uffici postali e delle rivendite autorizzate. Chiunque, quindi, può trasformare gli interi in moduli per particolari usi o impiegarli per personali celebrazioni, con la semplice sovrastampa di testi e vignette, con l’unica limitazione predetta.
La produzione di tali repiquage, che gode una certa popolarità fra i collezionisti, è stata elevata fin dai primi anni di emissione delle cartoline postali. In Italia infatti furono stampate molte cartoline commerciali con il francobollo da 10 c. del 1894.

Intero Postale - Cartolina privata
Italia 1965 - Cartolina postale privata Assicurazione di volo.

Intero Postale - Aerogramma
Italia 1983 - Aerogramma con soprastampa privata America's Cup Azzurra.

Intero Postale - Cartolina Polonia
Polonia 1984 - Cartolina postale con soprastampa privata
Secondo Meeting della Società di Cultura Fisica TKKF Pallavolo.


      Naturalmente esistono alcune eccezioni che sono segnalate nei cataloghi specializzati; per esempio le Cartoline Postali per le Assicurazioni di voli aerei, fornite tramite macchinette distributrici installate nelle sale di attesa degli aeroporti italiani. Tali cartoline erano vendute, inizialmente a Lire 500 che comprendeva anche il costo del contratto assicurativo. Queste cartoline dovevano essere compilate e, per la loro validità assicurativa, dovevano essere inoltrate alla sociatà assicurativa attreverso il servizio postale. Solo una decina di Assicurazioni adottarono tale sistema, per cui sono molto ricercate dai collezionisti.

Intero Postale - Cartolina privata
Italia 1965 - Cartolina postale privata Assicurazione di volo.

Soprastampati IPZS

      Una tipologia accolta con favore dai collezionisti e che ha raccolto un discreto interesse negli anni scorsi è quello degli interi postali sovrastampati dall’I.P.Z.S.. La popolarità è evidentemente dovuta soprattutto all’opinione dei collezionisti che questi interi siano una produzione semiufficiale delle Poste. In realtà si tratta di normali repiquage dove l’Istituto Poligrafico della Zecca dello Stato ha agito nella funzione di una normale tipografia, lavorando per conto di privati. La sigla IPZS – Roma, presente sugli interi soprastampati da tale Istituto va intesa quindi come una mera indicazione di provenienza, senza i caratteri di ufficialità di quella che si riscontra negli interi postali ufficiali.
     Al di là della gradevolezza delle illustrazioni tematiche realizzate, la precisazione è doverosa per evitare di trarre in errore il collezionista, che potrebbe pagare cifre troppo elevate.

Intero Postale - cartolina postale
Italia 1980 - Cartolina postale privata IPZS.

Ritagli di Interi Postali

      I primi collezionisti raccoglievano solo i ritagli del valore postale stampato sull'intero postale, mentre oggi é indispensabile inserire in collezione l’oggetto postale nella sua integrità.


Intero Postale - Ritagli
Italia - Ritagli di Interi Postali usati.

Intero Postale - Ritagli Olanda
Olanda - Ritagli di Interi Postali usati.

      I ritagli di interi postali, sono le impronte di affrancatura stampate sull'intero che, una volta ritagliate sono usate come normali francobolli sulla corrispondenza. L’amministrazione postale italiana, da quando ha realizzato queste carte valori, ha sempre vietato espressamente questo tipo di utilizzo delle impronte. Già il regolamento della Poste del 1890 avvertiva che I francobolli impressi sulle cartoline o sui biglietti, che ne fossero staccati, non sono validi per altri usi. Tale concetto è stato ripreso anche sui successivi regolamenti; infatti il regolamento postale del 1982 confermava che I francobolli impressi sulle cartoline e sui biglietti postali non sono validi per altri usi.

Intero Postale - Ritagli
Italia 1976 - Ritaglio di Aerogramma L.110 usato come francobollo su busta.

      Nonostante tutti i divieti, questo impiego c’è sempre stato, sia pure in misura saltuaria e molto contenuta, allo scopo di recuperare il valore di un intero già scritto e poi non utilizzato per posta o di approfittare di un esemplare giunto privo di annullo, oppure per emergenza, in mancanza di francobolli oppure per scopi filatelici, con l’intento di creare una curiosità postale. I ritagli d’intero si trovano principalmente usati, anche se in misura abbastanza contenuta ed i tipi coinvolti sono soprattutto le cartoline e i biglietti postali, meno gli aerogrammi e tutti gli altri tipi.
      Per completare il discorso bisogna sottolineare che in altre Nazioni i ritagli sono stati ufficialmente ammessi, anche se solo in determinati periodi storici e che, per questo motivo, non sono ricercati e collezionati con un interesse simile a quello dimostrato dai collezionisti italiani.

Intero Postale - Ritaglio Danimarca
Danimarca 1921 - Ritaglio di cartolina postale da 5 kr. usato come francobollo su busta.

     In genere le poste hanno tollerato questa pratica perché l’uso è sempre stato trascurabile, ma perché spesso è sfuggito all’occhio dei verificatori postali che avrebbero dovuto provvedere alla tassazione, operazione che si riscontra raramente.

     In tutte le collezioni tematiche, l'elemento fondamentale è il francobollo in tutte le sue tipologie, ma oltre ai francobolli, è possibile collezionare ed ultilizzare anche altri tipi di materiale filatelico.


La filatelia tematica non termina mai! Non ci sono limiti: é dinamica e creativa.


 Articolo letto ... 16349 volte

Ottimizzato per IE10. Il tuo indirizzo IP e' 18.207.136.189   Webmaster   Leggi il Regolamento e la Cookie Policy